Detto tra noi [ recensioni ]

Home / blog / Detto tra noi [ recensioni ]

 

detto-tra-noi

In questo articolo riportiamo le impressioni e i commenti delle persone che hanno partecipato al primo evento della nostra Associazione.

Il miglior modo per tentare di “raccontare” il clima di emozioni che si sono susseguite in quella magica atmosfera che si è creata durante il primo STARLIGHT EVENT e 1° Memorial Lorenzo Pocci.

Inizialmente ci è sembrata un’ idea quasi folle ( non sapevamo neanche da dove cominciare, nessuna esperienza organizzativa, nessun contatto a cui rivolgersi, tante idee e altrettanta confusione in testa) ma il desiderio di fare qualcosa per “arginare” la strage che si consuma tutti i giorni sulle nostre strade ( problema che riguarda tutti)  ci ha portato ad incontrare  tante meravigliose persone che si sono rese disponibilissime a darci una mano. E’ grazie a tutti loro se siamo riusciti nell’ intento di creare un evento, non solo di sensibilizzazione ma anche di emozioni e divertimento.

La vera sfida sarà fare di meglio nel 2017, creare un evento ancora più coinvolgente. Ma siate certi che, con il vostro aiuto,  riusciremo senz’altro nell’ intento.

Ecco cosa dice  chi c’era: 

 

Denise_Cappelletti  Denise Cappelletti   28 anni

“Il 21 ottobre 2015 si é spezzato in me qualcosa, qualcosa che non verrà mai rimesso insieme…. Lorenzo è luce, è vita , è energia, essere sua amica significava come vivere ogni giorno in un frullatore impazzito. Era capace di buttarti giù dal letto alle tre di notte perché “se voleva fa na chiacchierata, o te mandava link di canzoni che non potevi aspetta la mattina li dovevi senti in quel momento con lui”…. lui è vita….! E questa vita è stata messa in scena durante l’evento. Qualcosa di strabiliante, magico, puro ed energico si è concretizzato sotto i nostri occhi. Giochi di luce , laser, bambini e ragazzi che danzavano e ragazzi che portavano in scena la sua arte, la sua danza, il suo stile e la sua voglia di vivere. C’era tantissima gente, tutti sono rimasti a bocca aperta…. un evento che celebra UN INNO ALLA VITA, ALL’AMICIZIA E ALL’AMORE E LA STRAORDINARIA FORZA DELLA SUA INCREDIBILE FAMIGLIA CHE NON HA MAI E DICO MAI MOLLATO RENDENDOLO FIERO ANCHE DA LASSÙ.
La sua spumeggiante sorella insieme al fantastico papà e alla meravigliosa mamma che ormai per me sono come la mia seconda famiglia ci hanno messo l’anima e anche di più. LORENZO È STATO FIERO DI NOI.”

Enrico_Santini Enrico Santini   28 anni

“Ciao amico mio, sono io, il tuo compare..
mi hanno chiesto di scrivere una recensione sul tuo evento e quindi eccomi qui..
non mi andava di scrivere una classica recensione sterile, tu sai che noi ci mostravamo diversi in tutto ciò che facevamo, anche se un pò di quella “diversità” io l’ho persa da quando non ci sei piu di vicino a me…
mi manchi tanto e questo lo sai, a volte piango e questo lo sai… mi sembra di vederti vicino a me dentro la macchina, ma sai anche questo..
niente e nessuno potrà farti scendere di nuovo da me, ma questi eventi, beh forse servono ad allontanare il pensiero così forte che ci sbatte nella testa.. il pensiero della tua mancanza..
a Luglio abbiamo fatto una rappresentazione in tuo onore, io ho curato la parte del breakin’, abbiamo ballato su quella traccia dei flying steps sulla quale ti eri fatto uno degli ultimi video… 6 mesi ad allenarci dopo tanti anni di fermo.. come puoi ben capire non è stato facile.. ci dovevi essere anche tu fratello mio..
E’ stato come un sogno quella sera, per chi l’ha vissuto attivamente anche di più…
tuo papà e silvia si sono fatti in 4, e a fine dell’evento guardare gli occhi di tuo papà fieri di te è stato il regalo più bello, mi escono le lacrime anche adesso se ci penso..
ho fatto un breve discorso su di te, ma ero un pò emozionato, non sapevo cosa dire e non sono riuscito a far trapelare un po del vero Lorenzo.. spero che nel prossimo evento possa dare sfogo davvero a quello che eri, a quello che eravamo..
non vedo l’ora di riporvare sulla mia pelle quella sensazione di magia che c’è stata in quella serata di mezz’estate.
c’era tantissima gente, tutta li per te amico mio.. sei diventato già famoso, ma tu resti umile, lo so.. perchè sei una persona coi piedi per terra, lo sei sempre stato.
Tra cantanti e artisti di ogni genere... lo spettacolo del laser show è stato fantastico, sono sicuro che è piaciuto anche a te, tu stravedevi per queste cose…
Alla fine ci siamo esbiti noi, Lastrichetto e Michelangelo sono arrivati 10 minuti prima che salissimo sul palco… immagina l’ansia…
spero che lo showcase ti sia piaciuto.. alle persone sembra di si..
No no, non ho dimenticato il video che ha fatto Silvia, quella canzone di Clementino come base è diventata una delle mie preferite, quando la sento mi viene sempre da piangere…
E poi alla fine il volo delle lanterne… spero ti siano piaciute…
ma sai qual’è stata la cosa più bella ed emozionante di tutte? finito lo spettacolo una folla di persone, moltissime che io nemmeno conoscevo, è venuta ad abbracciarmi e a congratularsi… e la sensazione sai qual’è stata?… che loro stavano abbracciando te… che loro vedevano un pizzico di te in me… questa cosa mi ha riempito il cuore di orgoglio, non te lo so spiegare a parole fratello mio… i loro occhi lucidi mi abbracciavano e io ero commosso, felice, fiero.. mi sentivo scoppiare di gioia..
Nel prossimo evento spero di provare di nuovo tutte queste emozioni.. non ti vedo, ma le cose che mi fai ancora provare tu, poche persone qui su questa terra me le fanno provare…
Ciao compare mio, io sono sempre qui per te, stay in contact….ti voglio bene… bless up

 

Francesco Tomassini

Uno spettacolo veramente stupendo. Lo chiamo spettacolo perché penso che fare in modo di realizzare tutto quello che è stato fatto, con tanti vissuti, sia uno spettacolo della natura, paragonabile ad un vulcano in eruzione.
Sono felice di aver preso parte a questo evento perché ognuno di noi elabora il lutto in modo diverso, però spesso ci dimentichiamo di elaborarlo e portarlo con noi. C’è da dire grazie, a chi è riuscito a farci vivere qualcosa, e a continuare a farlo vivere nei nostri cuori per ancora tanto tempo.
Una cosa che ho portato da questo evento? L’amore incommensurabile ed interminabile di una famiglia, forte come non ne avevo mai visto, e come non avrei mai immaginato potesse esistere.
Grazie per le emozioni, e per il bel ricordo che ci avete donato.”

 

img-20170107-wa0006 Fabio Lauri  29 anni

Ho partecipato al primo evento star-light dedicato a Lorenzo Pocci, purtroppo non ho avuto la fortuna di poterlo conoscere, ma ho conosciuto la sua famiglia. Non è possibile dimenticare…. Anzi aggiungerei che non è giusto dimenticare perché una persona si può ricordare anche con un sorriso. L’evento è stato molto toccante e molto vivo…. Non c’era modo migliore per ricordare un ragazzo così giovane e con una bellissima passione come la mia… Le moto…. Non ci siamo mai incontrati ma siamo comunque fratelli di strada ✌✌✌

img-20170107-wa0008 Sara Lauri – 34 anni

“Non conoscevo Lorenzo Pocci, ma il suo ricordo è vivo nel cuore e nei racconti delle persone che lo amano.
Ho avuto il piacere di partecipare al Primo Evento Memorial Star-light: è stato molto toccante ed emozionante, sia per l’affetto dimostrato da coloro che hanno fatto parte della sua vita, sia per ciò di cui si occupa l’Associazione a lui dedicata.
Sono sorella e figlia di bikers, pertanto è un argomento che mi sta a cuore in particolar modo e che mi tocca personalmente.”

 

img-20170107-wa0007  Sabrina Fumanelli – 43 anni

“Io Lorenzo l’ho conosciuto solo attraverso i racconti della mia più cara amica….soprattutto dopo la sua scomparsa… Ho partecipato all’evento in sua memoria e ho provato una grandissima emozione…. Vedere l’affetto, l’impegno e la commozione dei suoi più cari amici e soprattutto la straordinaria dignità della sua famiglia, mi ha fatto capire quale persona straordinaria sia stato Lorenzo.”

img-20170107-wa0009 Stefania Fabeni – 52 anni

“Ho partecipato all’evento per Lorenzo accompagnando mia figlia. Non conoscevo Lorenzo di persona ma sapevo dell’amicizia che legava mia figlia con lui. Le è stato vicino in segreto in momenti molto difficili della sua vita ed è per questo che lei lo ha sempre considerato una parte del suo cuore. Ancora ad oggi sogna il giorno del suo matrimonio progettando cose che coinvolgano anche lui, ancora oggi piange e si riempie la bocca e il cuore parlando di lui.
Enrico il suo migliore amico è stato superlativo, ha guidato il gruppo di break in un modo unico trasformando il tutto in un capolavoro.
É stato un vero spettacolo. Coinvolgente sotto tutti i punti di vista… ed io che non conoscevo Lorenzo ed essendo mamma mi sono messa da subito nei panni dei genitori, che nonostante si sono trovati a combattere con un mostro intenso hanno cercato di trasformare tutto il dolore in qualcosa che lo renderà FIERO ogni momento. Io stessa non sarei capace di conservare quella forza e quella dignità che li ha contraddistinti fin da subito. Non vedo l’ora ci sia il prossimo evento! Congratulazioni a tutti. “

 

sara Sara Valente – 34 anni

“Ho conosciuto Lorenzo pochi mesi prima che accadesse quella terribile tragedia…eppure, nonostante il poco tempo, mi sembrava ci conoscessimo da sempre.
Ricordo che la prima volta che ci siamo visti…da quel casco é uscito prima un sorriso e poi il resto del viso…Quel sorriso…così puro e contagioso che lo rendeva unico e ti metteva di buon umore. In brevissimo tempo ho avuto la fortuna di conoscere un ragazzo così semplice e VERO da lasciarmi, a volte, senza parole. Lorenzo era l’Amico con cui stavi al telefono un’ora a raccontarti la giornata, le esperienze del passato, i sogni del futuro, e un attimo dopo te lo ritrovavi sotto al portone….”a cognà…se la famo na carbonara?”, ma era anche un ragazzo giovane che voleva diventare in fretta un uomo…,che amava l’Amore e a volte,in preda all’insicurezza si domandava….”troverò mai qualcuno che mi ami davvero?” Beh…il 3 luglio Amico mio…hai avuto la risposta alla domanda che spesso ti ripetevi.
Tutte quelle persone che erano lì per te, la tua Famiglia che si é fatta in quattro per organizzare un evento da lasciare tutti senza parole, i tuoi amici che si sono esibiti in tuo onore….Quella piazza, era piena di Amore….solo per te!
Chi ti ha conosciuto, sa che era impossibile non volerti bene!
Sei entrato nella nostra vita in punta di piedi e ne sei uscito lasciando uno tsunami.
Ringrazio col cuore Silvia, Marco e Pina per averci dato la possibilità di rivivere, anche solo per poche ore, una serata magica in compagnia di Lorenzo.…perché Lui, il 3 luglio era lì, in mezzo a noi, a godersi, col suo sorriso meraviglioso, quello spettacolo che gli ha ridato vita per una sera, e la conferma di essere nel cuore di molti.
Sono certa che é stato solo il primo di una lunghissima serie di eventi in suo onore, che attendo con impazienza, per provare di nuovo la sensazione di sentirlo ancora VIVO TRA DI NOI!
Marco, Pina, Silvia….siate orgogliosi…avete fatto un capolavoro degno di Lorenzo”

 

a Antonella Giuliani

Non è facile trovare le parole per esprimere quel momento, quella serata, quella serata di inizio estate …. ricordo il sudore di tutte le persone che hanno partecipato all’evento, alla formazione dell’evento, gli amici , i tecnici ed i familiari. Ricordo il papà, la mamma e la sorella – Marco , Pina e Silvia… li conosco bene – che grondavano di sudore, la loro tenacia, sotto il solleone delle due del pomeriggio mentre sistemavano il palco e lo osservavano sotto ogni particolare affinché fosse tutto perfetto … mentre la mamma coordinava e pronta a qualsiasi richiesta di aiuto , silenziosamente da casa …. poi lentamente è arrivata la sera e la magia era quasi pronta ed allora un momento bellissimo e bruttissimo nello stesso tempo …bellissimo vedere tanta gente riunita e subito dopo … ricordare come la mente associava velocemente il motivo di quella piazza colma di gente … subito dopo il pensiero, lo sguardo correva ad osservare ogni persona, osservare i loro volti, i loro sguardi , che non erano soltanto stupiti da ciò che accadeva sul palco… volti tristi, a tratti pieni di lacrime, a volte sembravano gioire, a volte felici, quando tutto si scioglieva in un applauso di commozione. Ricordo… del ricordo degli amici , del loro impegno , la musica, le canzoni il momento della Break dance …. e LORENZO torna prepotentemente sul palco e sembrava quasi che ballasse con loro…. cantasse con loro … non doveva essere la novità per lui ballare, essere al centro dell’attenzione, con la sua semplicità, la sua gioia, con la sua allegria … LORENZO una persona che si faceva certo notare dove arrivava, schietto il suo sorriso e le sue parole, schietto quando rideva, quando ti chiamava e diceva …zia Antonella….schietto quando parlava seriamente e ti raccontava le sue cose e le difficoltà che stava vivendo in quel momento, le difficoltà passate con le sue storie amorose e soprattutto con la sua innamorata storica …la moto… ma certo si intrecciano i ricordi della serata X LORENZO e di LORENZO… mi corrono in mente le sue parole …dopo ….prima ….dell’ultimo momento…. che mi raccontavi del dolore che provavi nel vedere i tuoi genitori così disperati, il papà, la mamma soprattutto, perché erano terrorizzati quando ti vedevano salire in moto ….e tu mi dicesti ” … c’ho provato ma non ci riesco ….è una parte di me, senza la moto è come se fossi … “… e purtroppo quel triste giorno e solo qualche giorno dopo aver chiacchierato insieme è arrivato e ti ha portato via via da noi , via da tutti … ed a noi è rimasto solo …il ricordarti così …. ECCEZIONALE COME ERI … COME SEI X NOI … ed i tuoi cari, la tua mamma, il tuo papà e tua sorella hanno scelto di ricordarti così con immenso Amore e Dolore così ….
la sera del 2 luglio 2016 … serata eccezionale,spettacolare, intensa, unica, emozionante, strabiliante, fatta di giochi di colori, di luci, di parole, di musica, piena di LORENZO …. credo che LORENZO sarebbe stato e voglio credere “sia stato” felicissimo nel vedere tutto ciò che è stato creato per lui da questa … grande famiglia eccezionale… riunita li X LUI …. sarebbe stato emozionantissimo ….
non smetterei di scrivere … Xche si accavallano ricordi, pensieri, il prima ed il dopo, rabbia e dolore e soprattutto la sensazione di VUOTO ed il bisogno di riempirlo x la mancanza di una persona eccezionale che vogliamo tenere in vita dentro di noi in ogni modo, non pensando a ciò che è stato e pensando a ciò che non sarà più …. ed allora avremo bisogno di momenti … del 2 luglio 2016 X continuare a vivere …nel tuo e del tuo ricordo …. X aver avuto l’onore di averti conosciuto di aver fatto parte della tua vita, e di poter essere vicino alla tua grandiosa speciale famiglia … sono sicura che saresti felice di vederla così …. unita ed unica
GRAZIE LORENZO E GRAZIE PINA MARCO E SILVIA “

Zia Antonella

 

janna Janina Gitan 26 anni

“Eccomi qua ..la tua Gianna ! Da quando ci siamo conosciuti non mi hai mai voluto chiamare con il mio nome per te ero solo Gianna ! solo a pensare a quel maledetto 21 ottobre mi vengono i brividi . Mi manca parlare con te ..i nostri abbracci , i tuoi consigli e le nostre serate …manchi tu ! La tua famiglia trasmette a tutti noi una grande forza per andare avanti , sono unici e sono certa che tu sei molto fiero di loro per tutto quello che fanno e che faranno in futuro …loro e i tuoi amici veri ! A Luglio hanno organizzato un evento spettacolare dove c’era tutto ciò che tu amavi …guardavo lo spettacolo ed era come se tu fossi lì con noi a goderti tutto dagli spalti…era tutto per te perché tu dai forza a tutti per andare avanti !”

 

r Roberto De Rossi – 49 anni

 

– Salve,. Ho conosciuto Lorenzo tramite mia figlia e successivamente i suoi genitori con Silvia. Tre persone SPECIALI è semplicemente meravigliose. Cosa dire di Lorenzo, in qualche modo è stato per noi una persona molto ma molto speciale frequentava casa mia molto spesso, abbiamo cenato insieme tante tante volte, quindi la sua improvvisa mancanza ci ha letteralmente sconvolto perché Lorenzo per noi era diventato in qualche modo anche nostro figlio…. Tutta la mia famiglia era presente al primo evento ed è stato un qualcosa che può capire solo chi era presente, BELLO, EMOZIONANTE un qualcosa che sentì strappare letteralmente l’anima. Cos’altro dire, un grazie a Marco,Silvia,e Pina per aver reso quel giorno un qualcosa di magico, e ricordare a tutti che non c’è cosa più preziosa della vita, cerchiamo noi tutti di proteggerla nel miglior modo possibile. Ciao Lorenzo 

 

j Jessica De Rossi – 24 anni

 

“Descrivere l’evento, la serata, le emozioni è difficile… L’unica cosa facile da ricordare era l ‘AMORE che si percepiva nell aria, che si leggeva negli occhi di. chi era li x LORENZO… x ricordarlo nel migliore dei modi attraverso le sue passioni… Una serata piena di emozioni… La commozione da parte di chi ti ha amato davvero ha fatto da colonna sonora ad una serata splendida e sudata…. Non si è mai visto un memorial cosi d impatto, cosi pieno di energia, la stessa energia e potenza che avevi tu….. Tutto questo è stato possibile grazie ad una FAMIGLIA, la tua UNICA E FORTE FAMIGLIA che ha messo tutta l anima per farti conoscere e ricordare e ti ha reso ONORE regalando a noi tutti spettatori emozioni che non si possono descrivere a parole… In ogni caso il vero onore è stato Nostro per aver partecipato ad un evento indimenticabile e soprattutto l onore di aver conosciuto un uomo che era una vera forza della natura… MANCHI, MANCHI OGNI GIORNO DI PIÙ… Quella sera del 2 luglio xò eri li accanto a tutti coloro che hanno reso possibile la realizzazione di un qualcosa che non si era mai visto… Per questo un enorme GRAZIE va soprattutto a SILVIA, MARCO E PINA che si sono spogliati di emozioni e nonostante l immenso dolore nel cuore hanno investito tempo e sudore per ricordarti cosi MERAVIGLIOSO COME ERI, COME SEI… SEI SEMPRE QUI, NON ANDRAI MAI VIA….  “
Grazie davvero.

 

 

 

 

 

 

Showing 2 comments
  • Francesco Tomassini
    reply

    Uno spettacolo veramente stupendo. Lo chiamo spettacolo perché penso che fare in modo di realizzare tutto quello che è stato fatto, con tanti vissuti, sia uno spettacolo della natura, paragonabile ad un vulcano in eruzione.
    Sono felice di aver preso parte a questo evento perché ognuno di noi elabora il lutto in modo diverso, però spesso ci dimentichiamo di elaborarlo e portarlo con noi. C’è da dire grazie, a chi è riuscito a farci vivere qualcosa, e a continuare a farlo vivere nei nostri cuori per ancora tanto tempo.
    Una cosa che ho portato da questo evento? L’amore incommensurabile ed interminabile di una famiglia, forte come non ne avevo mai visto, e come non avrei mai immaginato potesse esistere.
    Grazie per le emozioni, e per il bel ricordo che ci avete donato.

  • Sabrina Nicosanti
    reply

    Ho potuto partecipare all’evento STARLIGHT EVENT 1° MEMORIAL LORENZO POCCI, da zia di Lorenzo e da spettatrice. In quel momento ho sentito la magia di Lorenzo accanto a me. Lui aveva la magia di farmi passare tutto con un abbraccio e ho avuto il privilegio di sentire la stessa sensazione quella sera.
    E’ stato fantastico e sono stata orgogliosa di vedere tante persone li per lui, che lo conoscevano e molte altre che non sapeva neanche chi fosse, tutti coinvolti da un’unica energia, la sua. Mettere nero su bianco questa sensazione è un modo per far capire che forza della natura era Lorenzo e l’evento ha reso molto l’idea.
    Inoltre da zia, vedere mia nipote Silvia aver organizzato e voluto prevalentemente da lei un evento così importante e magico, è stato motivo di ancora più orgoglio per me.

    Grazie Silvia. Per me è stato un modo per scoprire una te diversa, più forte e più grande, grazie a te se è stato possibile tutto questo.

    42 anni.

Leave a Comment

error: IL contenuto di questo sito è protetto da Copyright!!!